Inizio di settembre, la bella stagione si avvia al temine, ma madre matura non ci abbandona e ci accompagna dolcemente verso l’autunno!
Attraverso i colori delle foglie, dei frutti e degli ortaggi che si dipingono della luce del sole e del suo caldo abbraccio, ci accompagna quando il clima ritorna a essere più ostile. La tavolozza si riempie degli arancioni delle zucche, dei gialli caldi delle foglie della quercia, della betulla, del frassino, del rosso dei melograni, dei melanzana dell’omonimo ortaggio, del blu violaceo e del biondo dorato dell’uva e dei marroni delle castagne.

I colori creano benessere al nostro corpo e alla nostra mente, ecco allora qualche idea per dare il tocco di colore giusto alla casa per aiutarci ad affrontare al meglio il cambio di stagione.

ARANCIONE, GIALLO AMBRA E COLOR CUOIO
Partiamo dall’arancione: energizzante, ricorda il sole che nasce. Associato all’amicizia e a momenti conviviali, adatto per dare allegria e creare intimità in famiglia e con gli amici. L’arancione aiuta a sentirsi coccolati: usiamolo nella zona living e in cucina.

In tonalità più scure si arriva ai cuoio e fino ai marroni richiamandoci la terra con la sua accoglienza e stabilità, elemento da cui tutti proveniamo e che genera la vita. Li ritroviamo nei legni degli arredi e nelle terre dei pavimenti in cotto, nei pellami degli imbottiti.

Altra tonalità autunnale, soprattutto nelle varianti più intense, è il giallo. Rappresenta il sole a mezzogiorno, pieno di vitalità e di calore. In cucina, soggiorno e salotto aiuta a non essere sopraffatti dalla malinconia e consente di tenere ancora con noi il calore e la luce del sole aiutando il buon umore e predisponendo alla gioia.

PALETTE VINACCIA
Con l’autunno e i primi freddi la sera si ricomincia ad accendere il caminetto ed ecco che appare il rosso, caldo, pieno di energia e di movimento. In questa stagione diventa più scuro e pieno prendendo le tonalità dei bordò e dei vinaccia che richiamano i colori dell’uva e del vino novello.

Colore che si distingue e che dà sempre un tocco di particolarità e dinamismo ovunque lo si introduca. Elemento eccitante da usare nelle dosi corrette perché potrebbe creare ambienti troppo frenetici. Usiamolo per scaldare, come scalda il fuoco, ma usiamolo in spazi ben definiti, per non rischiare di infiammare troppo animi e ambiente.

Bene negli ingressi per accogliere chi entra in casa, bene in cucina perché stimola l’appetito, bene nelle zone conviviali perché ci tiene energici nel rapporto con gli altri. Usarlo con attenzione nelle stanza che richiedono.

VERDE E BLU RILASSANTI

Infine il verde e il blu nelle tonalità più calde.

Il verde è un colore composto da giallo e blu e quindi spartiacque tra la dinamicità di quelle calde e l’invito alla calma di quelle fredde e proprio per questo elemento che dona equilibrio. La presenza riequilibrante del verde ci aiuta nel passaggio stagionale, rallenta il ritmo estivo e introduce alla calma autunnale, sostenendoci con quella percentuale di giallo che porta in sé e che ha il calore e la vivacità del sole dell’estate. Usiamolo in cucina perché ci invita ad assaporare i cibi con lentezza, nel soggiorno se volgiamo accogliere i nostri ospiti in un’atmosfera che spinge alla confidenza. Infine accogliamo il verde in casa anche attraverso l’uso delle piante con il loro potere rigenerante e purificante.

Se vogliamo spingere di più sull’effetto relax passiamo al blu. Nella camera da letto per coccolarci e in bagno per rilassarci dopo una giornata di fatiche. usiamolo sia su grandi superfici che negli accessori. Nella sua variante che tende al grigio esprime grande eleganza e raffinatezza.


Leave a Reply